La parola giusta può ancora salvarci

Le relazioni per sopravvivere, hanno bisogno della parola giusta, detta al momento giusto e nel modo giusto. La parola deve, perciò, conservare il compito di cementare i rapporti. Bisogna, dunque, educare alla parola che unisce: ne siamo tutti responsabili.

Lalla, la farfalla vanitosa

Lalla, la farfalla vanitosa

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «Lalla, la farfalla vanitosa», scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice, Aurelia Suriano, ci mostra come la superbia e l’arroganza, che caratterizzano tanti ego contemporanei, di grandi pretese ma in fondo deboli e poco consapevoli, conducano spesso all’infelicità e alla disperazione. Proprio come accade alla vanitosa farfalla Lalla che comprende a sue spese, dopo una triste avventura, come nella vita occorra sempre restare umili, ascoltare i consigli e accettare l’aiuto altrui.

leggi tutto
Narrazione autobiografica: perché scrivere di sé è così diverso dal parlare di sé?

Narrazione autobiografica: perché scrivere di sé è così diverso dal parlare di sé?

La difesa del pensiero interiore è un impegno pedagogico che la scuola assume con l’educazione che impartisce, accanto alle famiglie, nella didattica curricolare. E, benché sia vero che esso è un tratto antropologico che caratterizza l’uomo (e che con il tempo diviene genetico), varia considerevolmente nel suo tradursi nel linguaggio scritto o iconico, simbolico, artistico, creativo.

leggi tutto
Il Figlio del Re

Il Figlio del Re

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «Il Figlio del Re», scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice ci mostra come il coraggio nell’affrontare le proprie paure e l’Amore, con il suo potere salvifico, possano contribuire a superare tutte le avversità e le insidie della vita.

leggi tutto
La scuola che funziona e il decalogo dell’arte di insegnare

La scuola che funziona e il decalogo dell’arte di insegnare

C’è una scuola che dobbiamo farci piacere e una scuola che vorremmo, quella che funziona. La disponibilità interna, l’empatia, l’autorevolezza, la creatività e l’Intelligenza Emotiva sono tra le qualità più preziose dell’arte di insegnare che vanno coltivate nel tempo, con pazienza e caparbietà. Servono aggiornamento e formazione, demandati allo zelo del singolo insegnante. A questo livello della preparazione del corpo docente può innestarsi l’intesa scuola-famiglia per un’azione educativa congiunta.

leggi tutto
Il Sole e il Buio

Il Sole e il Buio

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «Il Sole e il Buio », scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice, Piera Casilli, ci mostra come più brillante è la luce, più scura è l’ombra. In ognuno di noi, c’è un aspetto della personalità che non conosciamo. Insegnanti e genitori ci spingono a sviluppare il lato illuminato della nostra vita. In questo modo, la zona in ombra, la parte oscura della personalità che non viene nutrita diventa sempre più affamata. Fino a reclamare il suo spazio.

leggi tutto