La Teoria U di Otto Sharmer: la mancanza di consapevolezza come punto cieco della leadership

La Teoria U di Otto Scharmer, detta anche Teoria del punto cieco della leadership, analizza la realtà in modo profondo, rovesciando l’abituale processo con cui si parte dal passato per realizzare un futuro che inevitabilmente finisce con il replicare e riprodurre il passato stesso. Questa teoria auspica il passaggio dal vecchio “Ego-sistema”, incentrato esclusivamente sul benessere egoistico, all’“Eco-sistema”, in grado di occuparsi del benessere dell’intera collettività.

La Teoria U di Otto Sharmer: la mancanza di consapevolezza come punto cieco della leadership

La Teoria U di Otto Sharmer: la mancanza di consapevolezza come punto cieco della leadership

La Teoria U di Otto Scharmer, detta anche Teoria del punto cieco della leadership, analizza la realtà in modo profondo, rovesciando l’abituale processo con cui si parte dal passato per realizzare un futuro che inevitabilmente finisce con il replicare e riprodurre il passato stesso. Questa teoria auspica il passaggio dal vecchio “Ego-sistema”, incentrato esclusivamente sul benessere egoistico, all’“Eco-sistema”, in grado di occuparsi del benessere dell’intera collettività.

leggi tutto
Mirandolina e il concorso delle baby-miss

Mirandolina e il concorso delle baby-miss

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «Mirandolina e il concorso delle baby-miss», scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice, Anna Maria, affronta il tema delle aspettative dei genitori e del senso di colpa dei figli. Mirandolina, la piccola protagonista, ubbidisce a una madre che intende plasmarla secondo i suoi desideri, con il risultato di vietarle di vivere la sua infanzia, i giochi e i piccoli piaceri tipici della spensieratezza della sua età. Ma sarà proprio la figlia a dare una lezione alla mamma, in un modo inatteso e plateale. Un argomento importante e attuale che è un grande insegnamento per i genitori intorno ai valori positivi che i figli coltivano, talvolta lontano dalle mura domestiche.

leggi tutto
Emozioni difficili: dallo stato – problema allo stato – risorsa

Emozioni difficili: dallo stato – problema allo stato – risorsa

Da dove nasce un stato – problema? Beh, generalmente da manifestazioni e vissuti di emozioni problematiche: ansia generalizzata, fobia, collera, stati depressivi, ecc. Di fronte a uno stato – problema deve, necessariamente, esserci una costruzione pedagogica ad ampio respiro basata, innanzitutto, su un’alleanza strategica prima di tutto con il soggetto coinvolto nell’intervento, alleanza fondata su un rapporto di fiducia e assenza di conflitto.

leggi tutto
La magia del cuore

La magia del cuore

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «La magia del cuore», scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice, Stefania Titti Scarcella, ci indica la curiosità, la  sete di conoscenza e lo spirito di avventura quali elementi imprescindibili per conoscere veramente noi stessi, chi siamo e cosa vogliamo, Al contempo, Stefania, attraverso la figura di Jamir, il giovane principe egiziano protagonista del racconto, ci mostra come nella vita, per essere felici, bisogna sempre seguire il proprio cuore e i propri desideri nel pieno rispetto di sé e degli altri, senza che nessuno ci obblighi a essere diversi da ciò che realmente siamo.

leggi tutto
Art Coaching: la fiducia ben distribuita reinventa le organizzazioni

Art Coaching: la fiducia ben distribuita reinventa le organizzazioni

L’Art Coaching è il percorso di crescita personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo che aiuta a ripristinare il clima di fiducia nei gruppi di lavoro.
La ragione che, infatti, suggerisce e incoraggia un approccio nuovo, di tipo creativo e empatico, nei contesti aziendali è che il modo in cui i leader (o, meglio, i manager) gestiscono oggi le aziende sembra vecchio e superato.

leggi tutto
C’era una volta una nota

C’era una volta una nota

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «Mariposa e l’infinito», scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice, Nicoletta Basta, ci indica la relazionalità e la condivisione quali valori imprescindibili per favorire il benessere del singolo e dell’intera collettività. Al contempo, Nicoletta ci mostra, attraverso le figure della Maga Consonanza e del Mago Dissonanza, come nella vita sia fondamentale giungere alla sintesi degli opposti per conseguire serenità e armonia.

leggi tutto