C’era una volta una nota

da | 4 Apr 2021

Nota musicale

Tempo di Lettura: 4 minuti

Nella fiaba che vi presento, dal titolo «Mariposa e l’infinito», scritta nel corso di un laboratorio di evoluzione personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, l’autrice, Nicoletta Basta, ci indica la relazionalità e la condivisione quali valori imprescindibili per favorire il benessere del singolo e dell’intera collettività. Al contempo, Nicoletta ci mostra, attraverso le figure della Maga Consonanza e del Mago Dissonanza, come nella vita sia fondamentale giungere alla sintesi degli opposti per poter conseguire serenità e armonia.

C’ERA UNA VOLTA UNA NOTA

C’era una volta una nota.

No, non era una di quelle note che gli insegnanti scrivono sul proprio registro per segnalare il comportamento scorretto di un alunno indisciplinato. E non era nemmeno un appunto preso di sfuggita e segnato su un taccuino o su un post-it da attaccare sul monitor del PC. Non era una nota che serviva a ricordare alla mamma cosa comprare quando sarebbe andata a fare la spesa. No, era proprio una nota, una nota musicale.

Viveva nel regno magico della musica, in un grande castello di cinque piani, saltellando allegramente fra un piano e l’altro. A volte, quando si sentiva luminosa e solare, si soffermava nel secondo piano del grande castello; a volte, invece, sgattaiolava giù come un micio, al primo piano, svolazzando per la scalinata come una Farfalla. Spesso si recava anche fuori dal castello. C’era, infatti, un immenso giardino con tante aiuole e tanti corridoi fra le piante. Oppure, altre volte, le piaceva guardare il cielo dai suoi terrazzi, posti dopo l’ultimo piano dell’imponente castello.

Open Day Scuola Intelligenza Emotiva

Open Day online di Art Coaching con Stefano Centonze

Laboratorio di Art Coaching in Intelligenza Emotiva per l'Empowerment con Stefano Centonze, Fondatore del Metodo Autobiografico Creativo®.

Aveva tanti motivi per essere felice, il regno della musica era talmente vasto! Eppure, le mancava qualcosa… Quanto le sarebbe piaciuto, infatti, almeno qualche volta, non essere sola!

«Il castello è grande», diceva, «c’è posto per ospitare tanti amici! Che senso ha la mia vita qui, da sola? Posso vagare in spazi vastissimi, ma come sarebbe bello poterlo fare in compagnia!».

Il suo sogno più grande era quello di trovare delle amiche con cui formare un grande, meraviglioso accordo, un’armonia stupenda, in cui tutti potessero sentirsi bene, pur essendo in tanti tutti insieme.

Le venne un’idea. «Darò una festa», disse, «una splendida festa nel mio castello». E così fece. La nota solitaria invitò note provenienti da tutto il regno.

Le note arrivarono, numerosissime, e la nostra nota non riusciva a contenere la propria emozione. «Così», si diceva, «riuscirò finalmente a realizzare il mio sogno! Tra poco nel mio castello risuonerà un accordo meraviglioso!».

Purtroppo, però, non aveva fatto i conti con la realtà. Mentre tutte le note, infatti, stavano cercando un posto comodo nel castello, come anche nel giardino e sui terrazzi, cominciò a soffiare un forte vento.  Era il potente Mago Dissonanza, che sparpagliò tutte le note in maniera disordinata, scombussolando tutto. Dal castello risuonò un suono terribile, un ammasso sonoro spaventoso senza senso, tanto che tutti gli invitati fuggirono via dalla festa, lasciando la povera nota di nuovo sola, affranta, delusa.

Con tristezza, si ripromise di dare un’altra festa, qualche tempo dopo. Inviò di nuovo gli inviti in tutto il regno e tante note accorsero al castello. Ma, di nuovo, il Mago Dissonanza portò scompiglio e avvenne la stessa cosa che già era avvenuta in precedenza.

Ancora, la nostra nota solitaria ci riprovò, ma a nulla valse il suo tentativo: il vento del Mago Dissonanza soffiò ancora con la sua potenza.

Tecnico del Metodo Autobiografico Creativo - Coach in Intelligenza Emotiva per l'Empowerment

Diventa Coach in Intelligenza Emotiva con la specializzazione di Tecnico del Metodo Autobiografico Creativo

80 ore di formazione in diretta web con il Dott. Stefano Centonze, fondatore del Metodo Autobiografico Creativo, 50 ore di video corso online disponibile h24, 7 giorni su 7, per sempre, da Desktop, Tablet e Smartphone. Acquisisci competenze pratiche da usare IMMEDIATAMENTE. ISCRIVITI SUBITO! CLICCA QUI.

La piccola nota ormai era convinta che non ci sarebbe stato nulla da fare. Era destinata a restare sola. Non sarebbe mai riuscita a realizzare il suo sogno. Mai nessuna armonia celestiale avrebbe risuonato nel suo castello e sarebbe rimasta sola per sempre.

Passeggiava, un giorno, triste e assorta in questi pensieri, quando sentì soffiare una leggera brezza primaverile, tiepida, piacevole e profumata di fiori. «Chi sei?», disse la nota. «Sono la Maga Consonanza», rispose l’aria, porto serenità e armonia.». La nota non poteva crederci. «Davvero? Allora vieni qui subito, ti prego! Vieni, così potrò formare un bellissimo accordo insieme alle mie amiche! Per colpa di quel mago cattivo resto sempre sola. Vieni tu, resta per sempre nel mio castello!»

La Maga Consonanza rispose, soffiando col suo venticello profumato di rose: «Cara, piccola nota, non sai quello che mi chiedi. Non posso abitare per sempre nel tuo castello, non sai quanto ti annoieresti! E, quel che è peggio, la Musica morirebbe. Parli del Mago come di un essere cattivo, e forse a volte lo è, ma non sai che senza di lui io non sarei nulla, forse non mi conosceresti nemmeno!».

«E cosa dovrei fare, allora?», chiese la nota, incredula. Rispose la brezza: «Organizza un’altra festa, come le altre volte, ma, stavolta, invita anche il Mago Dissonanza e invita anche me.». La nota avrebbe voluto rifiutarsi, non poteva credere alle parole della Maga. Sarebbe successo un disastro!

Alla fine si convinse e fece come le era stato suggerito. Organizzò una grande festa, invitò le sue amiche da tutto il regno, inviò l’invito anche al Mago Dissonanza e alla Maga Consonanza. La nota temeva quello che sarebbe potuto succedere.

Gli invitati arrivarono, e presero posto nel castello. Quasi subito irruppe il mago cattivo, ma stavolta, dato che era stato invitato, si limitò a provocare qualche piccolo disordine, ne venne fuori un accordo un po’ teso, ma subito intervenne la Maga Consonanza a portare pace e armonia.

Master Scuola - Intelligenza Emotiva per gli Insegnanti - Scuola di Intelligenza Emotiva per l'Empowerment

Master in Intelligenza Emotiva negli ambienti di apprendimento
Scuola di Intelligenza Emotiva per l'Empowerment

Master in Intelligenza Emotiva negli ambienti di apprendimento, con 50 ore di formazione asincrona online, disponibile h24, 7 giorni su 7, per sempre, da Desktop, Tablet e Smartphone. ISCRIVITI SUBITO! CLICCA QUI.

Il risultato fu meraviglioso, un’armonia perfetta, un accordo celestiale! E poi ancora, il mago continuò coi suoi scherzi, ma la maga rispondeva subito con la sua armonia perfetta.

Continuarono così i due maghi, si alternavano nell’intervenire, e venne fuori una Musica stupenda, che nessuna nota aveva mai sentito. La piccola nota piangeva per l’emozione. Il suo sogno si era realizzato! Non era più sola e il castello si era riempito di una musica bellissima. Capì che la Musica poteva vivere ed essere bella soltanto accettando i momenti di crisi, perché, subito dopo, la pace sarebbe sicuramente ritornata e il suo sapore sarebbe stato ineguagliabile.

E tutti vissero felici e sonori.

Clicca qui e

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

CHIAMA SUBITO IL 0832601223 O IL 3887224281

Dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 17:00.
Referente progetto: Dott.ssa Ilenia Spedicato

CHIAMA SUBITO IL 0832601223 O IL 3887224281

Dal lunedì al venerdì,
dalle 9:00 alle 17:00.
Referente progetto:
Dott.ssa Ilenia Spedicato

Compila questo modulo con i tuoi dati ed indica un orario in cui preferisci essere ricontattato.

I nostri operatori sono a tua disposizione per fornirti tutte le informazioni necessarie.

    Orario preferito per essere contattati telefonicamente

    09:00 - 10:0010:00 - 11:0011:00 - 12:0012:00 - 13:0013:00 - 14:0014:00 - 15:0015:00 - 16:0016:00 - 17:00

    Ho preso visione e accetto l'Informativa sulla Privacy